fbpx

Las Vegas, la Capitale Usa dei gioco e dei congressi, vive il suo rapporto con l’auto, in due momenti ‘estremi’: il SEMA, cioè il Salone delle elaborazioni e delle auto sportive, e il CES sigla che significa Consumer Electronic Show. Nel primo caso le quattro ruote vengono interpretate da migliaia di espositori nel loro aspetto più emozionale e sportivo. Nel secondo invece (e sono arrivare al CES soltanto da 9 anni) sono la proiezione di aspirazioni verso un mondo fatto di rispetto ambientale, di condivisione, di high tech estremizzato per eliminare addirittura il pilota. Una perfetta simbiosi, in entrambi i casi, con lo stile di Las Vegas: emozioni forti, luci sfavillanti e tanti tanti sogni.

Qualcuno, in questi giorni di ‘delirio’ nei tanti centri espositivi della città del Nevada in cui vive il CES, ha paragonato le auto a guida autonoma, quelle a impatto zero e quelle in cui a bordo tutto si fa (video, chat, giochi, email, massaggi e tanto altro) a due grandi Show di Las Vegas, quello del Cirque du Soleil e quello di David Copperfield: finzioni generate dalla tecnologia e dalla voglia (inconscia) del pubblico di credere a ciò che vede.

In quale categoria potremo catalogare, fra qualche anno, l’iniziativa della Faraday Future che vuole combattere Tesla nell’ambito delle auto elettriche premium? I tanti concept di multimedialità spinta, con migliaia di funzioni e applicazioni a disposizione del pilota e dei passeggeri? O, ancora, le tante e tante auto a guida autonoma che secondo molte aziende saranno sulle strade delle città entro pochi anni e finiranno per far sembrare ‘vecchio’ lo stare al volante? Di sicuro le cose che hanno mostrato a Las Vegas – o hanno annunciato senza muoversi dalla Silicon Valley – i grandi costruttori automotive potrebbero benissimo uscire dal cilindro di qualche prestigiatore, ma una volta raccolti gli applausi e la notorietà sui media, toccherà lontani da Las Vegas a chi decide all’interno delle industrie e dei Governi, trasformare in realtà questi bei sogni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *